Con la riforma del Codice della Crisi d’Impresa gli istituti dovranno tentare la conciliazione con i debitori in difficoltà. E in caso di mancato accordo le linee andranno subito svalutate

Fonte: IlSole24Ore