Non si spegne l’allarme per i rincari delle materie prime. Oltre al rame, ci sono acciaio e palladio al record storico, mentre l’alluminio scambia a livelli che non si vedevano dal 2018