La svolta della piattaforma che ha in pancia i diritti della Serie A: non sarà più possibile la «concurrency»: accedere ai contenuti in contemporanea da due device lontani fra loro

Fonte: IlSole24Ore